sabato 5 dicembre 2009

Romanzo: finito!


video

Ecco qua, il romanzo è finito. Gli ho cambiato titolo ma niente paura, è sempre lui.

Buona lettura.



29 commenti:

Jean De La Motte Martense ha detto...

Che onore, il primo a postare commenti...
Bello, Bello Bello, non c'è che dire. Mi associo al tizio a cui facevi riferimento su Gamberi Fantasy, l'incipit è effettivametne debole (a mio parere nell'intero) e (personalmente) percepisce uno scarto nello stile rispetto al proseguio, che invece è davvero strafico.
Accattivante la trama, che riesce ad essere una riuscita "variazione sul tema" compagnia dell'anello e talismano mistico. Ottimo e scorrevole l'italiano (qua e la qualche frase la scriverei in maniera diversa, ma non necessariamente migliore, su questo punto prova a rileggerti il tutto a mente fredda, magari fra qualche settimana).
Il ritmo è ben tenuto e costante, e riesci a non far mai cadere la tensione (o quasi mai, insomma).
Mi è piaciuto (globalmente) meno il finale, ma partivo con aspettative altissime, e comunque ti trovavi a dover gestire una situazione molto complessa, sciogliere una moltitudine di trame parallele (diciamo che si percepisce una certa "ansia da prestaizoni" aka "fretta di finire"), se posso azzardare un suggerimento proporrei altre due-tre (o anche 5-6) pagine di narrazione per dare un attimo di fiato al finale, che così com'è mi sembra un poco "soffocato", e svilupparlo maggiormente.
Tanto premesso, bello, bello, bello davvero. Azzarderei a definirlo un romanzo "potente"
Se pensi di pubblicarlo (anche a pagamento) valuterei l'acquisto.

Jean de La Motte Martense

P.S. prendi i miei commenti con beneficio d'inventario, sono IMPRESSIONI, SOGGETTIVE E PERSONALI, non fartene necessariamente un cruccio, è anche una questione di gusti

P.P.S. Bello, bello, bello (l'ho già detto?)

Angra ha detto...

Be' che dire... grazie ^_^

Sull'incipit e la fine, un'occhiata gliela darò senz'altro, ma lascio appunto passare un po' di tempo.

Riguardo alla pubblicazione: a pagamento proprio no, e altrimenti è molto improbabile. Se non hai amyketti nel settore, non ti leggono manco una riga. Ma chissenefrega, tanto non è un genere con cui si diventa ricchi. Lo scopo è quello di farsi leggere, e per quello la distribuzione gratuita come ebook va benissimo.

Ciao!

Marco Rastrelli ha detto...

Scaricato e fatto scaricare. Me lo leggerò con calma ed attenzione!

Ps. Posso addarti al mio blog?

Angra ha detto...

@Marco

Si, certo.

Ciao

Marco Rastrelli ha detto...

Grazie di avermi dato il permesso per addarti al mio blog. Se vuoi visitarlo il link è http://allaricercadelfantasy.blogspot.com/

Grazie ancora!

Angra ha detto...

@Marco: figurati, grazie a te.

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Yuppi! Gaudio nel regno! È una bella sensazione finire un romanzo, eh? :D

Sono felice di constatare che i primi due punti che ha fatto notare Gamberetta coincidono con quelli che ti avevo fatto notare io (questo dimostra che un romanzo si può valutare oggettivamente, e mi mette la coscienza a posto visto che temevo di averti detto boiate XD).
Sugli altri due invece non posso esprimermi, perché riguardano il romanzo per intero - e io devo ancora continuarlo. :D

Congratulazioni ancora! ^^

Angra ha detto...

@Federico: la bella sensazione l'ho già provata almeno tre volte perché è la terza volta che lo riscrivo :))

Ciao, grazie!

johnbuscema ha detto...

ciao, innanzitutto complimenti per il libro(la mia ragazza è contentissima e dice che era tanto che un fantasy non la coinvolgeva così), volevo poi chiederti se posso proporlo nel circuito peer to peer torrent. un saluto.

Angra ha detto...

@johnbuscema: grazie ^__^

Sì, certo, diffondilo pure.

Belinde ha detto...

Siccome non mi fido dei sistemi di notifica automatica, ricorro a metodi più all'antica: ho parlato (bene) del tuo libro nel mio blog, mi faceva piacere che lo sapessi. E già che ci sono, volevo ringraziarti per aver distribuito una così bella opera in Creative Commons, spero possa essere un esempio anche per altri autori. Ancora complimenti!

Anonimo ha detto...

non mi è piaciuto per niente. Non sono un critico e neppure pretendo di esserlo sia ben chiaro. Ho gusti diversi mettiamola così. Però sono convinto che ci siano esordienti più bravi, forse per questo non riesci a pubblicare.....

Angra ha detto...

Oh bene, fa piacere sapere che viviamo in un paese meritocratico! ^__^

Charmante ha detto...

Salve ^^ Volevo solo dirLe che sto iniziando a leggere il suo romanzo. Nel caso mi piaccia posso farLe pubblicità attraverso il mio LJ?
E' sempre bello trovare del buon fantasy. Peccato sia anche molto raro. Per questo motivo ci terrei a diffondere la Sua opera anche tra i pochi che mi seguono.

Angra ha detto...

Certo, mi farebbe molto piacere.

Buona giornata, e diamoci pure del tu :)

AnonimoInformato ha detto...

Sto leggendo il suo romanzo.

Angra ha detto...

Grazie, mi fa piacere.

Buona giornata

R. & W. ha detto...

Ciao!
Sono arrivato qui dopo la segnalazione del Duca, quando Marstenheim é arrivato alle finali del premio Urania. L'ho scaricato qualche settimana fa, stamattina mi son detto: "visto che ho vacanza, mi dó un'occhiata a Marstenheim"... insomma, non ĺ'ho piú mollato e ora che ho finito ti dico il mio parere (che tu lo voglia o no).

Bello, molto bello. L'ambientazione é originale, anche se i morti mi hanno ricordato i necron di warhammer 40000, la trama é davvero ben congegnata (tra l'altro, avendolo letto cosí di fretta, dubito di aver afferrato tutti i collegamenti, anche se non ho saltato nessun paragrafo)

I due punti deboli, come indicato da Jean De La Motte, sono l'incipit e il gran finale.

Aggiungerei che l'incipit secondo me non ha una gran differenza stilistica rispetto al resto del romanzo (magari hai aggiornato dopo il primo commento) e che secondo me é normale che risulti piú "lento" o piú "difficile", vista la quantitá di personaggi, trame e sottotrame che si intrecciano.

Del finale, mi hanno lasciato perplesso 3 punti: 1) Morgause ferisce ma non uccide André e poi se ne vá, nonostante lui sia perfettamente in grado di riprendersi da colpi ben peggiori (sopravvive alla caduta di 90m dopo) e soprattutto non si accorge che Gregor sta arrivando 2) so che sono fastidioso, ma mi sarebbe piaciuto ascoltare le spiegazioni di Ygghi Kan sulla missione e sul perché Morgause voleva contrastare André invece di Gregor 3) in generale verso la fine non capisco perché gli altri saxxon litighino con lui ma vogliano tutti restare a Marstenheim e seguire Aix nel proteggere una prostituta.

Quello che mi é piaciuto tantissimo sono 1) i neologismi (carboleum, uomini-ratto, peste dei vermi, plasteel, ecc.ecc.) che danno perfettamente l'idea di un mondo fantascientifico in decadenza, senza altre spiegazioni, 2) i personaggi, che non sono quasi mai buoni o kattivi, 3) i dialoghi e le situazioni ironiche (come quando Alpine e Aix discutono e Aix dice, all'incirca "Partorito da una vergine? Ma chi vuoi che ci creda!").

In ogni caso, tanto di cappello, e buona fortuna per un eventuale seguito/spin-off/prequel. Se il cartaceo fosse in vendita, penso proprio che lo comprerei.

Willie Pete

PS Nel caso volessi girare il libro ad amici, preferisci che mandi solo il pdf del libro o il link a questa pagina?

Angra ha detto...

@Willie Pete:

Innanzitutto ti ringrazio per aver letto il romanzo e per il commento, e sono contento che ti sia piaciuto.

Venendo alle domande:

1) A quel punto sta per scoppiare il finimondo, e l'unica scelta possibile è scappare il più lontano possibile dalla torre.

2) Morgause ha più o meno intuito cosa vuol fare André, e se riesce a fermare lui a quel punto il problema di Gregor non si pone.

3) In realtà solo alcuni del gruppo seguono Aix, e non sono mossi tutti dalle stesse motivazioni, lui per primo. A quel punto il gruppo è un po' allo sbando, ma il gruppetto di quelli che assumono un po' la figura di leader non vogliono mollare.

Se vuoi passare il romanzo ad altri non c'è problema, fai pure nel modo che ti viene più comodo.

Ciao!

R. & W. ha detto...

@angra

Una curiositá: quanti download ci sono stati da questa pagina?

Sarebbe indicativo della diffusione del romanzo, anche se probabilmente non tutti quelli che l'hanno scaricato l'hanno letto.. e mi sa che molti altri download provengono dal sito di Gamberetta.

Willie Pet

Angra ha detto...

Da qui non ne ho idea, perché i file stanno sul mio sito web e il provider non fornisce questo tipo di informazione. Dal sito dei Gamberi al momento è stato scaricato, nei vari formati, 2210 volte. Altre 44 da Simplicissimus.

Anonimo ha detto...

Che caratterino! Notevole il tuo blog, l'ho trovato vagando su Gamberetti ormai chiuso come sai.

Sono ancora in dubbio se vederla come te sull'editoria, ma essendo alle prime armi direi che magari mi devo prendere ancora un paio di porte in faccia per valutare blog, pdf e tutto il resto. Mi pare che anche faccialibro inizi a dare una mano, no?
Di certo mi hai incuriosito e scarico volentieri il tuo di romanzo. Per quanto scriva fantasy è da parecchio che non seguo il genere; saranno le varie Troisi in circolazione a farmi passare la voglia :P

A presto per i commenti!

Net

Angra ha detto...

Ciao, mi fa senz'altro piacere se leggi il romanzo e mi dai un parere.

Riguardo alla Troisi, se ti fai un giro per gli scaffali del fantasy di una libreria qualunque scoprirai che è un genio della letteratura al confronto della roba che è uscita dopo ;)

Anonimo ha detto...

A proposito (sono il tuo nuovo fan anonimo dell'altro giorno XD), mai pensato a utilizzare i servizi di Lulu o ilMioLibro.it? Quest'ultimo permette ora l'acquisto dei volumi anche attraverso il sito Feltrinelli. Oggi avevo da fare, domani mi metto sul racconto e ti dirò appena riesco ;)

Angra ha detto...

Ciao, riguardo a Lulu.com e Ilmiolibro.it li considero enti inutili per quello che riguarda un autore che vuole autopubbicare, e il motivo sono i costi. Passando attraverso il sito Feltrinelli, che vuole lo sconto del 45% del prezzo di copertina, la cosa diventa davvero improponibile. Facciamo l'esempio di un romanzo di circa 300 pagine come il mio: costo di stampa euro 9,78. Per dare il 45% a Feltrinelli il prezzo deve salire ad almeno euro 17,78, e il tutto senza un centesimo di guadagno per l'autore. Mettici poi 4 o 5 euro di spese di spedizione e arriviamo a 22-23 euro per il romanzo di un perfetto Signor Nessuno, 300 pagine a copertina morbida. Continuo a pensare che il formato digitale, gratuito o meno, sia la scelta migliore se non l'unica.

Anonimo ha detto...

Mah, io credo invece che ci metterò comunque sù il lavoro, magari dopo qualche commento positivo, nel senso che a quel punto, lasciando stare la pagina collegata a Feltrinelli, se anche posti il link al carrello sul tuo blog, direttamente da Lulu o gli altri, dai comunque un'opportunità in più.
Lo dico ad esempio perchè a me risulta particolarmente fastidioso, alla lunga, leggere da pdf, e sono ben disposto a spendere sui 13-14 euro se, iniziando la lettura, trovo l'opera interessante.
Comunque sono in ritardo con la tua, mea culpa. Quanto prima ;)

mod186k1 ha detto...

Romanzo fantasy di piacevole lettura e con un ritmo che riesce a trattenere l'attenzione del lettore. Purtroppo non sono un critico e quindi non sono capace nello scomporre le qualità positive di questo scritto. Quello che mi salta all'occhio sono le seguenti cose:

1) alcune scene sono un po' troppo macabre (anche di piu' di un romanzo di Valerio Evangelisti)

2) e' vero che mancano un po' di pagine descrittive del paesaggio (ad esempio mi piacerebbe visualizzare qualcosa di più della torre di ferro). Ma credo che per un romanzo di 229 pagine la cosa sia giustissima e secondo me il romanzo è ben equilibrato

3) Anche io ho dovuto aver pazienza e superare il primo 30% del libro per poter godere appieno della lettura.


Detto questo, mi piacerebbe sapere se ci sarà un seguito.

Angelo M.

Anonimo ha detto...

Il finale non sembra un finale!!!
Possiamo sperare in un seguito?
Magari una bella saga ....
comunque complimenti, ben scritto, forse anche troppo, da la sensazione di essere scritto per avere un seguito e questo non è detto che sia un difetto ................

Carmille ha detto...

Il romanzo non è pensato per avere un seguito, ma qualche personaggio potrebbe rispuntare da qualche parte (Carmille ad esempio), e così l'ambientazione. Staremo a vedere :)