giovedì 14 febbraio 2008

Scoppia il merdone! ^_^

Carissimi, come state? Io d'incanto. Sento aria di primavera, e il mio spirito vola alto.

Vi ricordate dell'ottimo FantasyMerdazine, "la tua guida online per non calpestare la merda"? Ne parlavo più sotto, perché si dà il caso che questo blog abbia linkato un paio di miei articoli, cosa che ho trovato molto lusinghiera. Pare che i signori di FantasyMagazine invece non l'abbiano presa bene. Se ne parla sul blog di Federico Storni, che ha scritto sull'argomento un post molto ragionevole ed equilibrato.

Lo potete leggere qui.

Apprenderete quindi da questo post che i signori di FantasyMagazine stanno meditando querele, e mi chiedo se ce l'abbiano coi signori di FantasyMerdazine, o magari con me o già che ci siamo con chiunque si discosti un po' da un certo servilismo strisciante. Il signor Garret, moderatore di FantasyMagazine, parla di diffamazione, ma forse la confonde con la lesa maestà. La diffamazione, è ovvio, va provata, e se non ci si riesce poi bisogna pagare le spese processuali, il proprio avvocato e anche quello del querelato.

Vediamo un po'... se guardo indietro vedo che ho detto che il concorso di FantasyMagazine era organizzato coi piedi, e mi pare difficile sostenere il contrario, dopo che è volato in cielo per aborto spontaneo. Poi ho detto che è inutile leggere recensioni fatte da chi i libri anche li vende e li pubblicizza (a pagamento, si suppone). E' come andare a chiedere a Gerry Scotti se il riso Scotti è buono. E questo, beninteso, non lo dico solo per le recensioni di FantasyMagazine, ma anche per quelle di Repubblica e per le ospitate da Fabio Fazio e per chiunque guadagni grazie alla pubblicità.

Ripeto, non ho idea di come stiano le cose, ma se qualcuno mi vuole querelare mi chiamo Alessandro Scalzo. Se fate una ricerca su Google usciamo fuori in due: uno è un calciatore professionista (beato lui), l'altro sono io. Non vi confondete. A richiesta invio tutti i dati necessari e anche una foto grande con dedica e pattern sovraimpresso per essere usata come bersaglio per il gioco delle freccette.

Nella foto in alto a sinistra, il mio avvocato.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

ho letto il post su Scantonando. La frase incriminata è
"La maggior imputazione che mi sento di fargli è il nome. Niente in contrario alle parodie, ma questa è da querela (e in effetti c'è chi ci sta pensando) da quanto è gratuitamente offensiva." Tu che c'entri, se a te ti hanno solo linkato un paio di articoli?

Niki

Angra ha detto...

Mi porto avanti col lavoro ^_^

Scherzi a parte, mi sembra strano che l'oggetto delle ipotetiche querele possa davvero essere il nome di quel sito. Come ho già detto da un'altra parte, è come querelare qualcuno perché mette in commercio una bevanda marrone che si chiama Merda Cola o querelare Leo Ortolani per Rat Man. Non è neanche vero che FantasyMerdazine fa una parodia di FantasyMagazine, son proprio due cose diverse. Chi dice cose scomode per FantasyMagazine non sono gli autori di FantasyMerdazine, che si limitano a linkare altri blog, ma alcuni autori di blog linkati, fra i quali direi il mio.

Angra ha detto...

Dimenticavo: detto questo, non è che io ci tenga particolarmente. Se non ce l'hanno con me mi fa piacere per loro.

Carraronan ha detto...

Non frequento attivamente il forum di FM (perché non mi è mai piaciuto il clima che si respira) e mi limito a leggere i commenti a notizie e recensioni e, ahimé!, non ho neppure avuto il piacere di scrivere qualcosa che potesse essere linkato dal "blog merdaiolo"...

L'odio scaricato contro Taotor, probabilmente scelto come bersaglio in quanto visto come "più debole" (giovane, aspirante scrittore), è segno di un male profondo che sta divorando gli addetti ai lavori di FM da un lato e la sensibilità critica dei lettori dall'altro, in quanto i lettori vengono influenzati dalla malafede e dall'atteggiamento intollerante di quelli nei cui pareri ripongono fiducia.

Una sorta di propaganda dell'odio verso chi non la pensa come la massa...
...e chi non la pensa come la massa è perché ha scelto di "pensare con la propria testa" e non con quella di Azzolini o di Franco Clun o del primo "esperto" che si arroghi il diritto di dire che qualcosa è bello/brutto senza portare PROVE e senza argomentare.

La massa armata di torce e forconi ha linciato Primo Taotor e preme alle porte del ghetto ebraico assetata di sangue ed esaltata dal pogrom imminente. Confidiamo nel golem costruito dal rabbino...

Angra ha detto...

@Carraronan: vedere che, non appena il maschio-alfa del branco attacca, subito si unisce a spalleggiarlo il coro dei gregari è una cosa che fa male al cuore, specialmente quando l'oggetto dell'attacco è un ragazzo giovane come Taotor. Uno spettacolo indegno della specie umana, più pertinente al dominio dell'etologia che a quello della sociologia. E, si badi bene, da questo coro mai critiche circostanziate, solo battutine da sgherri di manzoniana memoria.

Vado a esprimere la mia solidarietà a Taotor.

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Non è necessario. Si legga la mia risposta sul forum di FM.
Nessuno, su FM, ha capito di cosa si parlava, mi pare. Soprattutto perché nessuno ha dato una risposta all'argomento, ma lo hanno aggirato con insulti e cambi d'argomento.
Mi aspetta un tour dei blog a cui dovrò rispondere, sob. Invece di perdere tempo, potrei scrivere il capolavoro fantasy che nessun italiano ha ancora scritto.

dario ha detto...

decisamente ragionevole la reazione di Scalzo.
ho visto che hai recensito un libro di Piero Abrate, è il mio professore di giornalismo all'università popolare di torino, un bel personaggio.
salù dario

Angra ha detto...

Ciao Dario, piacere di conoscerti. Non so se hai letto il libro... se sei appassionato di gialli te lo consiglio vivamente ;)