giovedì 4 ottobre 2007

Veronica "Lake"


Ho avuto un'intuizione sull'origine del nome d'arte Veronica Lario. Dunque: Lario è il nome del Lago di Como. Lago in inglese è Lake. In due semplici passaggi otteniamo quindi Veronica Lake.

Diabolico, vero?

Ora Veltroni la vuole nel Partito Sedicente Democratico. Pensavo che, passato l'effetto del peyote, il buon Walter avrebbe fatto marcia indietro dicendo che era una battuta, una provocazione. Invece, insiste. Quando disse che dopo aver fatto il sindaco di Roma si sarebbe finalmente tolto dai coglioni lasciando la politica, noi gente di sinistra stappammo giulivi lo spumante. Poi, mesi fa, la doccia fredda: candidato unico a leader del PD. Ora le prime grandi idee per il partito: Veronica Lario nel PD.

Ma come gli vengono? E' la politica dell'Isola dei Famosi. Tutti sull'isola con Veltroni, la sorella di Milva, le figlie di Pavarotti, DJ Secchiella, un cugino di Sergio del Grande Fratello, lo zio di Totò Riina e il Mago Silvan. No, il Mago Silvan no, è ancora troppo famoso, potrebbe insidiare la sua leadership.

Non sarebbe neanche male l'elezione del segretario con le nomination. Uòlter Uèltron, sei stato nominato: levati dalle palle.

2 commenti:

Alex McNab ha detto...

Da tempo io auspico il ritorno degli austro-ungarici...e non sto scherzando.
Beh, quasi.
Tutto meglio della politica moderna.
Emergenza Birmania, senz'altro, ma non è che noi si stia così meglio, soprattutto in prospettiva :-/

Angra ha detto...

Anche il Regno Borbonico, però... sospetto che tutto il male che se ne dice sia un retaggio della propaganda savoiarda (altri buoni...).